Migliori lampade da tavolo. Come sceglierle

Nel mondo del design, le lampade da tavolo sono sempre state uno degli elementi d’arredo più amati. Essa è una parte fondamentale dell’arredo, in quanto definisce l’atmosfera e contribuisce ad arredare la stanza in modo significativo. In giro se ne vedono tante, di tutte le forme e i colori, ma c’è anche chi decide di acquistare una lampada da tavolo per necessità. Infatti, coloro che lavorano molto alla scrivania o magari comodamente a letto alla luce della lampada del comodino devono pensare anche all’utilità e alle proprie esigenze. A questo proposito, sul mercato vi sono numerosi tipi di lampade per tutte le esigenze e i gusti.
Scopriamo nel dettaglio come scegliere la lampada da tavolo migliore e qualche utile consiglio.

I criteri di scelta
Prima di acquistare una lampada da tavolo, è bene capire quali sono le esigenze individuali. Molto importante è la funzionalità. Se per esempio l’obiettivo è quello di studio, bisognerà acquistare una lampada con luce direzionabile. Per quanto riguarda il fattore estetico, invece, è importante abbinare la lampada non solo a livello cromatico, ma anche di forma. Se ad esempio, la forma dei mobili della stanza è tondeggiante, sarà bene acquistare una lampada con le stesse forme. Anche il paralume è molto importante. Bisognerà assicurarsi che il paralume copra circa due terzi dell’altezza del portalampada, evitando così un effetto tropo sbilanciato. Infine, la fantasia. È importante che richiami lo stile della stanza. In alternativa, basta una lampada dai toni neutri.

Lampade da tavolo di design
Per gli amanti dell’interior design, che vogliono dare un tocco di creatività all’ambiente, l’ideale è proprio una lampada da tavolo di design. Uno degli stili più in voga al momento è quello minimalista. Un esempio è la Kevin Edge, disegnata da Antonio Citterio. Si tratta di una lampada da scrivania orientabile a luce diretta con un corpo in alluminio verniciato e con testa, giunti e bracci estrusi. Per chi non ama le cose troppo stravaganti, è una lampada molto essenziale, che richiama molto lo stile scandinavo. Un’altra lampada da tavolo sempre di design, ma dalla forma un po’ più chic è la IO+, disegnata da Claesson Koivisto Rune. Nonostante la semplicità delle linee, la testa spicca in originalità e dona carattere alla lampada.
Sia la Kevin Edge sia la IO+ le puoi trovare su Amazon.

Lampade da tavolo senza filo
Si sa, a volte i fili delle lampade possono essere davvero di intralcio e, per gli esteti più intransigenti, rovinano la figura e il design della lampada nell’ambiente in cui è posta. Una delle migliori è la Edison Lamp, una lampada da tavolo a led senza fili. Prende il nome proprio dall’inventore della lampadina e con il suo design bianco minimalista darà un ottimo tocco decorativo alla scrivania o al comodino. Si accende attraverso un pulsante rosso, che ricorda molto le etichette attaccate ai vestiti nuovi ed è il tocco di colore e di carattere di questa lampada. La puoi trovare su Amazon o su My Lamp, dove c’è anche un ottimo sconto.

Lampade da tavolo moderne
Per chi si proietta verso il futuro e ama lo stile moderno e ricercato, non può far altro che scegliere una lampada da tavolo moderna. Ce ne sono a bizzeffe sul mercato, ma ve ne sono alcune davvero particolari, in grado di catturare l’attenzione di chiunque entri nella stanza, ma anche molto funzionali. Un esempio è la lampada Albrillo, dalla particolare forma a spirale. Con una luce bianca calda, è caratterizzata da uno stile minimalista ed è anche salvaspazio. Oltre a distinguersi per la sua forma elegante, è eyes-friendly e quindi anche ideale per lo studio e il lavoro. Anche questa potrai trovarla su Amazon ad un ottimo prezzo.

Lampade da tavolo classiche
Questo tipo di lampada viene scelto maggiormente da chi ha delle esigenze di design particolari, che richiedono uno stile classico e in linea con il resto dell’arredamento. Le lampade in stile Tiffany sono perfette per un’ambiente in stile classico. Di solito hanno una base in ottone o in argento e il cappello in tela o in vetro, dal colore neutro o anche colorato. Una splendida lampada in stile Tiffany è la Dragonfly della Bieye con il cappello in vetro super colorato, che da proprio l’idea di un mosaico. Si adatta perfettamente sia alla camera da letto, sia al soggiorno ed è in grado di riscaldare l’ambiente con i suoi colori caldi e accoglienti. Il corpo ha un aspetto molto romantico e ricorda molto i lampioni nelle strade più romantiche di città come Montmartre a Parigi o Notting Hill a Londra. Se preferisci uno stile più neutro e meno sgargiante, la lampada perfetta è la Lily. È caratterizzata da un rivestimento in ottone lucido, con dei dettagli oro e platino. Il cappello è di colore beige, che conferisce un aspetto e un’atmosfera calda all’ambiente. Entrambe, le puoi acquistare su Amazon.

Abat-jour
Questo tipo di lampada si distingue soprattutto per la sua capacità di rendere un ambiente interno caldo e accogliente. In ogni caso, però, si dovrà adattare allo stile della stanza, che sia classico o moderno. Le abat-jour classiche sono realizzate in vetro, in legno o in stoffa e possono essere semplici o riccamente decorate di fiori e colori sgargianti. Quelle moderne sono di solito realizzate in vetro o acciaio e le tonalità sono più fredde.
Se non vuoi spendere molto e avere un discreto margine di scelta sul colore, l’abat-jour dell’Ikea è la scelta azzeccata. È semplice, ma in grado di illuminare la stanza e dare un tocco di stile senza strafare. Le sue dimensioni ridotte la rendono inoltre perfetta sia per la scrivania che per il comodino. Non ti resta che scegliere il colore che più si addice allo stile della camera. La potete trovare in tutti i punti vendita Ikea o anche su Amazon a un prezzo piccolo piccolo. Un’altra abat-jour dallo stile versatile e moderno è quella della Aukey, caratterizzata da un effetto cromoterapico e un’intensità luminosa regolabile. L’intensità è regolabile e basta sfiorarla per accenderla e spegnerla, grazie al comando touch. È sicuramente un must per gli amanti dello stile contemporaneo.

Come costruire una lampada da tavolo fai-da-te
Costruire da soli una lampada da tavolo è un’idea fantastica per riciclare e riutilizzare gli oggetti quotidiani che butteremmo. È sicuramente un ottimo modo per aiutare l’ambiente e aggiungiamoci anche la soddisfazione di un oggetto progettato e costruito da noi. Basta poco. Puoi prendere una bottiglia o un barattolo di vetro, lavarlo e togliere l’etichetta. Qui spazio alla fantasia. Puoi decorarlo con della pittura, dei bottoni, della carta velina e chi più ne ha più ne metta. Infine, basta solo metterci la lampadina dentro.
Se, invece, il lavoro manuale non fa proprio per te, su Amazon potrai trovare un’idea fantastica, che potrai anche considerare per i prossimi regali. Stiamo parlando della Luce Stappa e Illumina. Si tratta di un oggettino in grado di trasformare una bottiglia, che sia di Dom Perignon o di Beluga, in una lampada bella e originale. È costituito da filo e interruttore trasparenti, il che è molto importante dal punto di vista estetico. Basta solo una bottiglia, un paralume e una lampadina e il gioco è fatto. Potrete avere una lampada nuova tutte le volte che volete.